Avv. 5/FSE/2018 Corso Gratuito Aiuto Regista e Segretario di Edizione

LA FIGURA DELL’AIUTO REGISTA E SEGRERAIO DI EDIZIONE

La figura dell’Aiuto regista e segretario di edizione riunisce due ruoli distinti ma contigui, è in grado di gestire le varie fasi della realizzazione audiovisiva, teatrale e degli spettacoli dal vivo partecipando alle scelte artistiche e raccordandole alle esigenze produttive ed organizzative, tenendo conto della continuità narrativa e di immagine del progetto. La figura professionale sviluppa competenze riconoscibili nei ruoli di: Aiuto regista e di Segretaria/o di edizione, di affiancamento alla regia di opere audiovisive e teatrali e supervisione della continuità. Nello specifico l’aiuto Regista è il collaboratore più stretto del regista durante la preparazione e la realizzazione di un’opera. Si occupa della preparazione e della pianificazione delle riprese e dell’organizzazione del set/della scena e dei rapporti con tutti gli altri capireparto. E’ la persona che si preoccupa di trovare delle soluzioni alle difficoltà che una produzione audiovisiva o di spettacolo può incontrare in corso d’opera. Si occupa della pianificazione delle riprese, attraverso la costruzione del piano di lavorazione, che viene strutturato non cronologicamente, ma in funzione di vari fattori: disponibilità attori, accorpamento ambienti, condizioni metereologiche, ecc… E’ responsabile del casting e delle comparse. Gestisce gli attori, organizza scene di massa ed è regista dei movimenti delle figurazioni. La/il segretaria/o di edizione è responsabile della continuità dell’opera. Durante la preparazione, rileva dal copione le informazioni utili a garantire i raccordi previsti e necessari per la continuità delle scene, stabilisce la scansione temporale e calcola un minutaggio preventivo della sceneggiatura. Si occupa della supervisione della continuità visiva e narrativa, dei costumi, degli oggetti di scena, del trucco e delle azioni degli attori, per evitare errori o incongruenze. Nell’ambito audiovisivo, applica i criteri di numerazione delle scene, attraverso la numerazione del ciak e la compilazione dei bollettini di ripresa, per ordinare il materiale girato in funzione del lavoro di montaggio. E’ la persona responsabile della verbalizzazione di tutto ciò che accade sul set/sulla scena, attraverso la compilazione del diario di lavorazione. 

Unità di Competenza 1

Gestione e autogestione del ruolo

Capacità

  • Autopromozione e gestione della propria immagine artistica
  • Lavorare in spazi non teatrali (open air, strade, piazze, circhi etc
  • Operare in contesti internazionali
  • Riconoscere e adeguarsi ai diversi contesti i cui si opera

Utilizzare strumenti informatici a supporto della professione

Conoscenze

  • Ascolto, espressione e lettura in lingua straniera
  • Elementi dell’architettura teatrale e urbana e conoscenza dei pubblici differenti
  • Elementi di informatica
  • Elementi di legislazione e organizzazione nel settore dello spettacolo dal vivo/audiovisivo

Elementi di pubbliche relazioni e comunicazione

Unità di competenza N. 2 di 5

Pianificazione del processo realizzativo

CAPACITA

  • Applicare i criteri di numerazione per ordinare il materiale girato in funzione del lavoro di post produzione
  • Comprendere la sceneggiatura e ridurla in un adeguato programma di lavoro, facendo attenzione a riportare tutte le eventuali annotazioni o variazioni della stessa segnalate dal regista
  • Definire le modalità operative per il coordinamento delle professionalità impegnate sul set (liste, memo, aggiornamento dialoghi, incontri e riunioni) applicando codici comunicativi per favorire un efficace scambio di informazioni
  • Determinare gli elementi necessari all’ avvio dei lavori di ripresa del giorno successivo
  • Stabilire l’ ordine del giorno delle attività e le fasi tecniche tenendo conto dei tempi, delle modalità organizzative e del budget previsto

Valutare i fabbisogni artistici e tecnici (scena, costumi, ecc) necessari alla realizzazione di ogni singola scena o atto

CONOSCENZE

  • Elementi di sceneggiatura (cinematografica, teatrale, radiofonica)
  • Il piano di lavorazione con l’ ausilio di Movie Magic
  • Linguaggio cine – televisivo e teatrale
  • Ordine del giorno (odg)
  • Organizzazione del set
  • Stili di regia e Generi cine – televisivi e teatrali

Tecniche di spoglio sceneggiatura

Unità di competenza N. 3 di 5

Casting

CAPACITA’

  • Adottare tecniche di selezione per la definizione del cast artistico principale e minore
  • Collaborare con il regista nella selezione degli attori
  • Dirigere i movimenti degli attori secondari e generici
  • Elaborare i fabbisogni artistici e tecnici necessari alla realizzazione di ogni singola scena o atto
  • Individuare le figure da contattare (effetti speciali, digital fx, ecc) e / o la presenza di mezzi tecnici straordinari (riprese aeree, camera – car, cranes, contributi filmati o sonori, ecc)
  • Individuare tempi, luoghi e modalità operative al fine di assicurare il regolare svolgimento dei provini
  • Selezionare stunt, figurazioni speciali, controfigure, generici

CONOSCENZE

  • Convocazioni e prove costumi
  • Elementi di drammaturgia
  • Impostazione di un casting
  • Metodologie e criteri di selezione artisti
  • Rapporti con le agenzie di attori / attrici
  • Tecniche di coordinamento di gruppi di lavoro
  • Tecniche di organizzazione e gestione dei provini

Unità di competenza N. 4 di 5        

Sviluppo del processo realizzativo

CAPACITA

  • Adottare comportamenti mirati a garantire un regolare svolgimento del processo realizzativo, in termini di ordine, silenzio e concentrazione sul set
  • Applicare metodi e procedure per il monitoraggio del livello di qualità della produzione delle riprese
  • Collaborare con il regista per la scelta della durata e della suddivisione in inquadrature di ogni singola scena
  • Convocazione e tempi di trasporto, trucco e preparazione di ogni singolo attore o figurante
  • Coordinare gli artisti e i reparti per le necessità di lavorazione
  • Effettuare sopralluoghi e analisi delle location
  • Individuare eventuali anomalie e disfunzioni nel processo realizzativo adottando azioni finalizzate a correggere e migliorare il piano di lavorazione
  • Trasmettere ai reparti / maestranze le informazioni necessarie alla realizzazione delle riprese o della scena

Valutare lo stato di avanzamento delle riprese in funzione dei tempi previsti e del programma giornaliero stabilito preventivamente nel piano di lavorazione

CONOSCENZE

  • Direzione del set in tutti i movimenti
  • Il controllo quotidiano e la valutazione degli scostamenti / aggiustamenti tra piano di lavorazione e riprese
  • Le location: caratteristiche, reperibilità, individuazione
  • Organizzazione del lavoro e gestione delle risorse umane
  • Tecniche di timing

Unità di competenza N. 5 di 5        

Supervisione della continuità narrativa, fotografica, dei costumi, oggetti di scena, del trucco

CAPACITA’

  • Assegnare ai vari reparti dei documenti tecnici di ripresa (fogli di montaggio, bollettini della macchina da presa, diari di lavorazione)
  • Comprendere il copione individuando il tema e il contesto in cui si sviluppa la storia
  • Creare e gestire l’ archivio fotografico finalizzato alla verifica della continuità
  • Determinare la durata del copione individuandone, scena per scena, i tempi di ripresa, tenendo conto di eventuali tagli o aggiunte
  • Elaborare la documentazione tecnica e organizzativa in coerenza con quanto previsto nelle diverse fasi del processo di produzione audiovisiva
  • Individuare dal copione gli elementi necessari ad elaborare il riassunto sintetico di ogni scena e a prefigurarne il cast necessario
  • Realizzare un sistema di numerazione per ordinare le inquadrature in funzione del montaggio
  • Rilevare dal copione tutte le annotazioni utili a garantire i raccordi previsti e necessari per la continuità delle scene e la scansione temporale (minutaggio delle scene)
  • Verificare la continuità in fase di lavorazione

CONOSCENZE

  • Elementi di edizione e montaggio cinematografico e audiovisivo
  • Il montaggio digitale e tradizionale
  • Strumenti e supporti di lavoro (cronometro, macchina fotografica, bollettini di edizione, fogli montaggio, diari di lavorazione)
  • Tecniche di gestione della continuity con tutti i reparti, con la storia e sui personaggi

Tecniche di Reporting

Formazione (aula teoria /pratica, laboratorio, visite guidate)  504

Stage fuori regione/estero (se previsto)

Stage Roma – Cinecittà e Produzione Viola n. 2 settimane 6 gg per 8h al giorno  96

Unità Formative

1Informatica                                                                                          20 
2Inglese20
3Pubblicizzare la propria immagine20
4Organizzare il lavoro20
5Elementi di sceneggiatura20
6Linguaggio tecnico20
7Organizzazione del set20
8Stili di regia e generi20
9Tecniche di selezione del casting20
10Rapporti con le varie agenzie20
11Coordinamento di gruppi di lavoro20
12Organizzazione e gestione di provini20
13Direzione del set20
14Selezione delle location20
15Il Timing20
16Gestione delle risorse umane20
17Montaggio Video20
18Strumenti di Lavoro20
19Il Reporting20
20Organizzare le Inquadrature20
21Stage di cui 96 ore a Roma presso Cinecittà e produzione Viola200
RSS
Follow by Email
Facebook
Facebook
Twitter