Come to study in Italy

Hits: 1496

Progetto: Come to Study in Italy 

Il progetto dal Titolo : “Come to study in Italy” nasce nel 2012 da un’idea della responsabile di IRIS durante un viaggio a Bruxelles presso la Commissione Europea.

Nel corso della conferenza in Bruxelles venivano esposte una serie di attività correlare alla mobilità internazionale per cui si auspicavano azioni che potessero coinvolgere i giovani e le eccellenze mondiali a venire in Europa per specializzarsi e acquisire quelle competenze professionali che potessero agevolare l’ingresso nel mercato del lavoro globale.

In questo modo viene favorita la mobilità internazionale, la crescita professionale dei giovani, l’inserimento delle eccellenze nelle aziende, la crescita delle stesse aziende e la loro competitività a livello internazionale.


The project entitled "Come to study in Italy" was born in 2012 from an idea of the IRIS manager during a trip to Brussels at the European Commission.

During the conference in Brussels, a series of activities related to international mobility were exposed, for which actions were hoped to involve young people and world leaders to come to Europe to specialize and acquire those professional skills that could facilitate entry into the market. global work.

In this way international mobility, the professional growth of young people, the inclusion of excellences in companies, the growth of the same companies and their international competitiveness are favored.

Incentivare tali processi di Internazionalizzazione è estremamente importante per l’Europa in quanto rafforza i propri processi formativi e li rende competitivi in un mercato formativo professionale che quotidianamente si evolve in corrispondenza delle TIC.

In questo quadro formativo e lavorativo globale, nel corso delle diverse conferenze in Europa, la responsabile di IRIS ha avuto modo di maturare quanto appreso nel 2012, avendo la possibilità di conoscere diversi responsabili della mobilità di giovani e studenti a carattere mondiale, tanto è che nel gennaio 2013, dopo numerosi incontri e conferenze si è effettuata una missione per la visita della città di New Delhi, Katmandu ed i confini del Tibet. Qui sono stati svolti numerosi incontri relativi la mobilità mondiale, la richiesta di formazione specifica da parte dei giovani talenti che popolano questi paesi, la necessità di avviare un programma formativo globale che prendesse in considerazione le necessità dei giovani ma anche la loro alta professione specie nel settore delle tecnologie ed economico. Nel corso della visita in India si è avuto anche un incontro con l’ambasciata Italiana a New Delhi, dove sono stati analizzati e presi in esame i documenti necessari affinché le richieste dei visti siano adeguate e rispettino la normativa vigente in materia di visti e spostamenti intercontinentali per motivi di studio.

Nel frattempo, la rete si è allargata ed attualmente abbiamo Partners che hanno sposato e cooperano con noi anche dall’Australia, Canada, Giappone, Cina, Armenia, Dubai.

Attraverso tale progetti i giovani talenti che raggiungono l’Italia avranno modo di rafforzare le individual skills di ogni studente che sarà pronto a rispondere ad un mercato globale che richiede una formazione 4.0 (formazione 4.0 è rappresentata da quel tipo di competenze pratiche che includono il saper fare tecnologico, globale)

In tale contesto, di cooperazione internazionale e di processi di internazionalizzazione correlati alla mobilità ed alla formazione, sono già più di 100 i giovani indiani e nepalesi che hanno studiato e stanno studiando nelle università della Lituania. Si è partiti con la Lituania in quanto è stato il paese che prima ha aderito a questo nostro progetto. Dal 2013 ad oggi abbiamo potuto sperimentare tutte quelle che potevano essere le criticità del nostro progetto ed in particolare i punti di forza per l’Italia ed è proprio su questi ultimi che dobbiamo puntare.

Per il territorio italiano, per le Università ed ITS avviare una cooperazione di tale importanza, riveste uno dei compiti ed obiettivi principali delle Mission istituzionali del settore dell’istruzione, in quanto permette di avviare un processo di diffusione internazionale del proprio operato, entrando in quel mercato formativo globale necessario per i processi di ricerca e sviluppo interni ed esterni.


Encouraging these processes of internationalization is extremely important for Europe as it strengthens its training processes and makes them competitive in a professional training market that daily evolves in correspondence with ICT.

In this global training and working environment, during the various conferences in Europe, the IRIS manager had the opportunity to develop what he learned in 2012, having the opportunity to meet several people responsible for the mobility of young people and students in the world, so much that in January 2013, after numerous meetings and conferences, a mission was carried out to visit the city of New Delhi, Katmandu and the borders of Tibet. Here numerous meetings were held on world mobility, the request for specific training by young talents who populate these countries, the need to start a comprehensive training program that took into account the needs of young people but also their high profession, especially in the technology and economic sector. During the visit to India there was also a meeting with the Italian Embassy in New Delhi, where the necessary documents were analyzed and examined to ensure that visa requirements are adequate and comply with current legislation on visas and travel intercontinental for study purposes.

Meanwhile, the network has expanded and we currently have Partners who also cooperated with us from Australia, Canada, Japan, China, Armenia, Dubai.

Through such projects, the young talents who reach Italy will be able to strengthen the individual skills of each student who will be ready to respond to a global market that requires training 4.0 (training 4.0 is represented by that type of practical skills that include knowledge technological, global)

In this context, international cooperation and internationalization processes related to mobility and training are already more than 100 young Indians and Nepalese who have studied and are studying in the universities of Lithuania. We started with Lithuania as it was the country that first joined our project. From 2013 to today we have been able to experiment with all the critical aspects of our project and in particular the strengths for Italy, and we must focus on these last ones.

For the Italian territory, for universities and ITS to start a cooperation of such importance, it has one of the main tasks and objectives of the institutional Mission of the education sector, as it allows to start a process of international diffusion of its work, entering in that global training market necessary for internal and external research and development processes.

Obiettivi

L’obiettivo primario del nostro progetto di internazionalizzazione dei processi formativi è di accogliere nelle Università Italiane e negli ITS italiani, giovani studenti che rappresentano l’eccellenza per meriti di studio, provenienti dai Paesi terzi, in particolare modo, India, Nepal, Bangladesh, Armenia, Kazakistan, Australia ed altri Paesi. Questi studenti in possesso di diploma e/o lauree sono pronti a raggiungere l’Italia per studiare in percorsi accademici e di Formazione Professionale e tecnica, fornita dalle Università e dagli ITS, con lo scopo di avere una formazione che permetta loro un miglior accesso nel mercato del lavoro.

L’obiettivo del presente progetto si delinea su due assi che vede da un lato i giovani stranieri a frequentare le nostre Università ed i nostri ITS, dall’altro lato la possibilità di far effettuare ai nostri studenti esperienze di placemnt in aziende e strutture in questi paesi, dove la rete aziendale è già definita.

Aims

The primary objective of our project of internationalization of training processes is to study in Italian universities and Italians, especially in the Netherlands, in particular, India, Nepal, Bangladesh, Armenia, Kazakhstan, Australia and other countries. These students with a diploma and a degree are ready to pursue Italy to study in academic and training paths. job market.

The objective of this project is outlined on two axes that sees on the one hand young foreigners attending our Universities and our ITS, on the other hand the possibility of making our students perform placement experiences in the company and structures in these countries, where the company network is already defined.

 

Processi

Dopo il lungo periodo di lavoro, in cui sono state svolte le diverse analisi SWOT ed in cui si è concretamente proceduto con la cooperazione in Lituania, in questo momento si vogliono definire gli step procedurali per l’arrivo dei giovani in Italia.

Sarà cura di IRIS, in collaborazione con Baltic Council, svolgere un bilancio delle competenze e degli interessi di ciascun studente candidato a venire a studiare in Italia. L’obiettivo è di fornire al giovane, che eccelle in un determinato settore professionale e/o accademico, il miglior percorso di studi che più si addice alle proprie attitudini e skills, rispettando sempre il suo volere.

Tutti gli ingressi dei giovani in Italia rispetteranno ovviamente la normativa internazionale relativa l’ingresso in Italia per motivo di studio e gli studenti verranno supportati da IRIS in particolare modo nella fase di assestment dove sono previsti 2 mesi full immersion di studio delle lingua italiana.

Ciò permetterà agli studenti di acquisire quelle basi comunicative che permetterà loro un più facile inserimento socio-culturale e di studi sul territorio italiano.

Al momento IRIS sta avviando dei contatti e processi con diverse istituzioni nazionali italiane e internazionali europee al fine di reperire fondi per il supporto di tale periodo formativo che potrebbe essere sostenuto dall’avvio di una “Summer school” di preparazione sia per l’ingresso in università che negli ITS, dove si studierebbe non solo la lingua italiana ma anche un avvio alle materie economiche e tecniche generali.

Per il momento IRIS, in attesa di definizione di tali eventuali supporti economici, si fa carico di tale periodo formativo di 2 mesi, dove saranno svolte lezioni di lingua italiana con certificazione finale del livello raggiunto da ciascun giovane che dovrebbe preventivamente essere il livello A2/B1.

PROCESS

After the long period of work, in which the various SWOT analyzes were carried out and in which it was concretely proceeded with the cooperation in Lithuania, at this moment we want to define the procedural steps for the arrival of young people in Italy.

It will be the responsibility of IRIS, in collaboration with Baltic Council, to make a balance of the competences and interests of each candidate student to come and study in Italy. The goal is to provide the young, who excels in a specific professional and / or academic field, the best course of study that best suits their abilities and skills, always respecting his will.

All the entrances of young people in Italy will obviously respect the international regulations concerning entry into Italy for study reasons and the students will be supported by IRIS, particularly in the assestment phase where 2 months full immersion study of the Italian language is scheduled.

This will allow students to acquire those communication bases that will allow them easier socio-cultural insertion and studies on the Italian territory.

At the moment IRIS is starting contacts and processes with various Italian national and international European institutions in order to raise funds for the support of this training period that could be supported by the launch of a "Summer school" of preparation both for entry into university that in ITS, where it would study not only the Italian language but also a start to the general economic and technical subjects.

For the time being IRIS, pending the definition of any such economic support, takes charge of this training period of 2 months, where Italian language lessons will be held with final certification of the level reached by each young person who should previously be level A2 / B1.

Proposta

La proposta che IRIS, ente ideatore del progetto, vuole presentare alle Università ed ITS è:

-   Conoscere attraverso una semplice manifestazione di interesse/disponibilità chi è interessato ad accogliere studenti stranieri all’interno del proprio Ateneo e/o ITS,

-   Conoscere i percorsi di studio offerti in lingua Inglese ed in lingua italiana dove potrebbero essere integrati gli studenti stranieri;

-   Conoscere la tassa di iscrizione per ciascun percorso;

-   Conoscere eventuali facilitazioni per gli studenti (alloggi, eventuali tessere cinema, agevolazioni sui trasporti, qualunque altra agevolazione per gli studenti).

 Per contatti: Dr.ssa Anna Lisa Trono 393.3675387

 

Proposal

 The proposal that IRIS, the initiator of the project, wants to present to the Universities and ITS is:

- Knowing through a simple expression of interest / availability those interested in welcoming foreign students within their University and / or ITS,

- Know the study paths offered in English and in Italian where foreign students could be integrated;

- Know the registration fee for each route;

- Knowing any facilities for students (accommodation, any cinema cards, transportation facilities, any other facilities for students).

For contacts: Dr. Anna Lisa Trono 393.3675387