Consulenza in Agricoltura

IRIS Organismo Accreditato per la Consulenza in Agricoltura

Servizio di Consulenza GRATUITO per:

Agricoltori, i giovani agricoltori, i silvicoltori, altri gestori del territorio e le PMI insediate nelle zone rurali

Obiettivo: 

  • Stimolare l’innovazione, la cooperazione e lo sviluppo della base di conoscenze nelle zone rurali, fornendo agli imprenditori agricoli strumenti idonei a migliorare la competitività aziendale, l’uso efficiente delle risorse e la sostenibilità ambientale delle attività nelle zone rurali.
  •  Favorire il ricambio generazionale nel settore agricolo stimolando l’acquisizione di servizi di consulenza in grado di aiutare i giovani agricoltori nell’avviamento e realizzazione dei progetti imprenditoriali.
  • Migliorare l’integrazione dei produttori primari nella filiera agroalimentare attraverso i regimi di qualità, la creazione di un valore aggiunto per i prodotti agricoli, la promozione dei prodotti nei mercati locali, le filiere corte, le associazioni di produttori e le organizzazioni interprofessionali stimolando l’acquisizione di servizi di consulenza aziendale finalizzati a sostenere le necessarie competenze relative ai regimi di qualità, alla creazione di valore aggiunto, alla promozione dei prodotti.

Ambiti di consulenza

  • (A) Obblighi risultanti dalla condizionalità – Reg. (UE) n. 1306/2013
  • (B) Pratiche agricole benefiche per il clima e l’ambiente e mantenimento della superficie agricola – Reg. (UE) n. 1307/2013
  • (C) Misure a livello aziendale previste dai PSR volte all’ammodernamento aziendale, al perseguimento della competitività e all’integrazione della filiera
  • (D) I requisiti a livello di beneficiari adottati ai sensi dell’art. 11.3 della direttiva 2000/60/CE
  • (E) I requisiti a livello di beneficiari adottati ai sensi dell’art. 55 del Reg. (CE) n. 1107/2009
  • (F) Le norme di sicurezza sul lavoro e le norme di sicurezza connesse all’azienda agricola
  • (G) Consulenza specifica per gli agricoltori che si insediano la prima volta
  • (H) La promozione delle conversioni aziendali e la diversificazione della loro attivita’ economica
  • (I) Gestione del rischio e introduzione di misure preventive
  • (J) Requisiti minimi nazionali per le misure art. 28 e art. 29 del Reg. (UE) n. 1305/2013
  • (K) Informazioni relative alla mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici, alla biodiversita’ e alla protezione delle acque
  • (N) Innovazione tecnologica ed informatica, l’agricoltura di precisione e il trasferimento di conoscenza dal campo della ricerca al settore primario
  • (O) Certificazione di processo e di prodotto in relazione alla normativa Timber regulation UE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 + 9 =